Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Giovedi 23 Novembre 2017
 

L'Associazione Fungaioli Siciliani

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Chi sono i Fungaioli Siciliani.

 

 

Un gruppo di amici che si riuniscono  al fine contribuire a regolamentare al meglio  la raccolta funghi in Sicilia in considerazione degli obiettivi :

·       Legge regionale uguale per tutti

·       Sicurezza alimentare

·       Incremento  economico  e esaltazione dei prodotti locali

·       Salvaguardia del patrimonio boschivo

 

Con l’apporto dei numerosi tavoli tecnici  istituiti dall’ Assessorato Agricoltura e Foreste  a cui l’associazione Fungaioli Siciliani ha partecipato  come maggior rappresentante della categoria  si è riusciti nel 2006 ad emanare una Legge rispettosa ed uguale per tutti.

 

Con l’istituzione dei Corsi obbligatori per almeno 15 ore  si è riusciti ad eliminare  drasticamente  le intossicazioni alimentari dovuti ad ingestione di funghi tossici o non correttamente cucinati. Tanto è vero che i centri antiveleni della Sicilia  nel 2008 -2009 hanno dichiarato  la presentazione di soli 7 casi di lievi  intossicazione  ma dovuti ad ingestione di  verdure “Mandragora” .

Nella Legge  regionale  si è previsto un aspetto “Professionale “ della  raccolta  ove si dà la possibilità di incrementare  il proprio reddito   nel rispetto delle Leggi  a chiunque.

Il Mercato in passato è stato particolarmente florido , sono nate diverse industrie conserviere  che rappresentano una fetta economica importante dell’economia Siciliana. Purtroppo le limitazioni di raccolta imposte uniformemente su tutte le specie di funghi , stanno di fatto  portando un abbandono della raccolta da parte dei fungaioli professionisti di quelle specie  particolarmente prolifere ma di poco valore commerciale. Di contro le aziende  conserviere  siciliane importano  questi funghi   Consentiti  e Non  dalla Calabria. Paradosso delle Leggi in Italia  parecchi funghi che non si possono commercializzare in Sicilia   sono  legalizzati in altre regioni, in questo caso la Calabria.

 A tal proposito l’Associazione si sta adoperando al fine di apportare  delle modifiche/integrazioni alla legge , quali:

·       liberalizzazione dei quantitativi di raccolta per i possessori di patentino professionale per sei specie di funghi fra le quali “Chiodini”, “Cappellini”, “Pineroli”,”Castagnole” che pur avendo una buona possibilità di commercializzazione hanno, di contro uno scarso valore commerciale in quanto sono venduti all’ingrosso a circa 1-1,5 €. Kg. - La scarsa remunerabilità  e i costi del carburante sta  portando  i raccoglitori ad abbandonare la raccolta di dette specie creando, nel contempo, una crisi di materia prima nel settore della trasformazione ove trovano lavoro centinaia di lavoratori che, si troverebbero di conseguenza sul lastrico.

·       L’annullamento del DECRETO PRESIDENZIALE 4 agosto 2009.
Modifica dell'elenco delle specie fungine per le quali è consentita la raccolta e la commercializzazione nella Regione Sicilia di cui al D.P.Reg. 19 novembre 2007.

 Che di fatto  in violazione all’art.4 comma 6 che  prevede “sentite le associazioni micologiche maggiormente rappresentative” ha ridotto le  circa 76  specie di funghi a 47  eliminando totalmente dalla raccolta il 90% delle specie di funghi che crescono nel Siracusano e Ragusano. Dal momento in cui è entrato in vigore questo decreto non si sono più emessi tesserini di raccolta funghi in queste provincie e una drastica riduzione in tutte le altre.

Nel territorio Italiano , tutti  i funghi dichiarati  commestibili , o commestibili dopo adeguata cottura  possono essere raccolti, esiste poi un elenco di funghi che si possono commercializzare. In Sicilia Si possono raccogliere e commercializzare solo 47 specie di funghi  su oltre 2000 specie commestibili che crescono sul territorio siciliano

·       La durata della validità del patentino, (n.d.r. nuova dizione del documento abilitante alla raccolta) da cinque a dieci anni;

·       l’esenzione del 50% o del 100% della tassa annuale per i settantenni e per gli ultra settantacinquenni;

·       Una meglio regolamentazione sui controlli Sanitari degli ispettorati Micologi  che altro Paradosso , sono controllori di se stessi. (Chi certifica i funghi e predisposto al controllo  della certificazione che egli stesso ha prodotto)

 

Glossario di Micologia

Utenti

Alessandro   SALVO MESSINESE   Digitory   fabio   turifrisco721   niotmi   gio   esselle   angelo5858   danilux   Massimo   Giuseppe  

Sedi

  Via Eleonora D'Angio 12 95030 Pedara (CT)
  Barcellona Pozzo di Gotto
  info (@) fungaiolisiciliani.it
  +39 3474575855
  +39 3291233364
 C.F 9003237087